HomeComparazioni quoteBwinUnibetSerie ABetclicCalendario

Notizie


Online poker, Bingo e Skill Games in Italia (07 Agosto 2009)

In seguito all'articolo pubblicato ieri sui giochi online nel Regno Unito, ecco il panorama del mercato Italiano.

Panorama in Italia:

Fattori importanti da conoscere:

  • Secondo fonti della IGaming news, pubblicate a Maggio del 2009, nel primo trimestre del 2009, i giocatori italiani hanno speso 850 milioni di Euro nel gioco d'azzardo.


  • Si pensava che l'attrattiva maggiore fosse il poker online, ma poi risulta che i giocatori sono interessati anche in altri tipi di giochi online.


  • Il regolatore al gioco d'azzardo Italiano (AAMS) ha pubblicato un' aumento del 10.8% del gioco sia offline che online fra Gennaio e Giugno del 2009, rispetto all'anno precedente, per un valore complessivo di 26 miliardi di Euro.


  • Il Regno Unito e l'Italia conducono la legalizzazione del gioco d'azzardo verso la legalizzazione, mentre gli Stati Uniti sono ancora indecisi:

  • L' Economist ha recentemente pubblicato uno studio del Parlamento Europeo nel quale "dei 27 membri dell'Unione sette hanno reso illegale il gioco d'azzardo online. Dei rimanenti 20, solo 13 hanno liberalizzato i mercati. Gli altri limitano il gioco d'azzardo online a monopoli o gruppi controllati dallo stato."


  • Il gioco d'azzardo online e' ancora illegale negli Stati Uniti, lo stato ha ordinato alle banche di bloccare i conti correnti che vengono usati per pagare a operatori di poker online, in modo che i giocatori non possono usare i servizi online tramite fornitori oltremare.


  • Cambiamenti in vista, i cittadini richiedono ai legislatori di legalizzare il poker online e di fatto vi sono molte proposte a riguardo che sono state inviate al presidente Barack Obama


  • Online casinoreports.com ha pubblicato che molti prevedono la riapertura e la legalizzazione negli Stati Uniti il gioco d'azzardo online, “il poker ed il casinò online legale possono raggiungere un guadagno di $12 miliardi annuali, un beneficio troppo grande da poter essere ignorato dai legislatori”.


  • Autore: Elena Tommasi
    » Retour

    Altri temi